L’indecenza senza più remore

Ieri i notiziari hanno riportato con grande enfasi la notizia per la quale la maggioranza è andata sotto alla Camera per ben due volte. In realtà la vera notizia non è l’esito del voto ma ciò per cui si votava. Capita infatti che il trattato di Lisbona abbia modificato la suddivisione del Parlamento Europeo tra i vari stati membri ed all’Italia spetti un seggio in più. Il criterio di assegnazione di seggi vacanti previsto dall’attuale legge elettorale avrebbe premiato l’Udc con il seggio addizionale. Che cosa ha architettato la maggioranza? Una bella normativa che intoducesse un criterio di assegnazione diversa, che di fatto si configurava come retroattiva rispetto ad una tornate elettorale già avvenuta, e che, strano a dirsi, assegnava il seggio vacante al PdL. Che il Parlamento abbia bocciato una simile oscenità sembra più che altro uno scatto d’orgoglio, che la sfrontatezza abbia superato ogni limite è ormai chiaro.camera-dei-deputati.jpg
C’è da capire questi signori: vivono da decenni alle spalle di un sistema che ha consentito loro di maramaldeggiare su chiunque si opponesse, senza farsi alcuna remora. Oggi quel sistema scricchiola e quelli che ne fanno parte hanno la sensazione che chi prenderà il loro posto li spazzerà via senza far prigionieri e che riciclarsi nel nuovo sistema sarà più difficile che altre volte. E’ comprensibile quindi che possa succedere di tutto in questo periodo, ne abbiamo già viste parecchie e ne vedremo sicuramente di belle anche nel prossimo futuro.

24 Novembre 2010

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs