Il Berlusconi che c’è dentro di noi

638px-rimazuu.JPGAscoltavo giorni fa su SkyTG24 un servizio sull’inchiesta delle Cinque Terre, nel quale il cronista raccoglieva i pareri di normali cittadini sui provvedimenti giudiziari che hanno colpito i vertici del Parco delle Cinque Terre e del Comune di Riomaggiore: pareva di sentire Cicchitto e Capezzone commentare un processo a Berlusconi. “Non è giusto“, “Ci faremo sentire“, “Quelle persone non si meritano questo trattamento“. Non so se gli intervistati fossero parenti o amici personali degli interessati ma ho l’impressione che l’idea che se uno è “una brava persona” non può essere messo sotto processo sia diffusa ben oltre all’entourage del Premier e al suo schieramento politico (i personaggi sotto inchiesta pare gravitino in area PD).
Vi ricorderete come lo stesso Presidente del Consiglio ebbe ad esplicitare il suo pensiero: “Se una persona opera bene al 99% e poi c’è l’1% discutibile, quell’1% deve essere messo da parte.“. Detto da un personaggio pubblico pare un’enormità ma la verità è che molti di noi si creano, o lasciano che gli altri li inducano a crearsi, dei miti di specchiata virtù, in modo talmente assoluto che quando quel mito è messo in forse, sono pronti a dare del mascalzone a chi lo dice piuttosto che prendere in considerazione la possibilità di essersi forse sbagliati.
In fondo Berlusconi in questo come in altri campi riesce ad essere quasi sempre un concentrato del peggio di noi. In fondo si può dire che l’unico lato positivo di questo personaggio sia proprio il fatto che, rappresentando il peggio, rappresentando una sorta di modello negativo a tuttotondo, ed essendo pur tuttavia costantemente presente ovunque, è in grado di fornirci un punto di riferimento costante circa la sgradevolezza di alcuni dei nostri peggiori vizi.

11 Ottobre 2010

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs