Che ingrati gli svizzeri!

Qualche giorno fa i notiziari italiani si sono riempiti della notizia che Berlusconi, di ritorno da un viaggio all’estero, aveva fatto tappa in Libia per salutare il suo amico Gheddafi e soprattutto per liberare un ostaggio svizzero sequestrato dai libici nell’ambito dello scontro diplomatico tra Gheddafi e la Confederazione. Detto così pare un exploit del quale gli svizzeri saranno eternamente grati al Premier, ci si aspetterebbe un sondaggio di popolarità dal quale emerge che il 90% degli elvetici hanno fiducia in Berlusconi. Come al solito però la realtà vista da un altro punto di vista è drammaticamente diversa e gli svizzeri paiono in realtà infuriati con il Premier. Questo perché pare che l’idea della liberazione da parte di Berlusconi dell’ostaggio era stata farina del sacco di Gheddafi, concepita per infliggere un’ulteriore lezione agli svizzeri. Il fatto che Berlusconi si sia prestato alla cosa è stato considerato in Svizzera una scelta di campo a favore della Libia e anche se poi l’idea è sfumata e l’ostaggio è stato poi imbarcato su aereo per Tunisi dove è stato accolto dal Ministro degli Esteri svizzero lo schiaffo è rimasto. Anche per questo nei ringraziamenti per il rilascio dell’ostaggio Berlusconi e l’Italia non son stati nemmeno menzionati.
Come al solito la realtà che ci viene raccontata non è solo dissonante ma del tutto opposta a quella che viene raccontata al di fuori dei nostri confini nazionali. Fortunatamente però abbiamo sempre meno dubbi sul fatto che sia tutto il resto del mondo che sbaglia e che, tra l’altro, gli svizzeri siano dei grandissimi ingrati.

23 Giugno 2010

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs