Cinema e panni sporchi

Ancora a proposito de “Il Divo” vorrei sottolineare che, come commento al successo dei film italiani “Il Divo” e “Gomorra” a Cannes, la modella e moglie di Tronchetti Provera, Afef Jnifen ha avuto a dire nelle settimane scorse che “questi film fanno male all’Italia” e che “i panni sporchi si lavano in casa”. Il fatto che queste affermazioni vengano dalla moglie di colui che è uscito per il momento candido dallo scandalo delle intercettazioni Telecom è significativo. Ricordo che, secondo le risultanze dell’inchiesta, era stato introdotto nel sistema che gestiva le intercettazioni in Telecom un meccanismo attraverso il quale era possibile “segnare” un certo numero in modo tale da essere informati in tempo reale del fatto che le forze dell’ordine avessero attivato un meccanismo di intercettazione su quel numero. Secondo quanto dichiarato da Fabio Ghioni, Tavaroli avrebbe indicato il numero di telefono di Tronchetti Provera tra quelli da segnare. Se quindi Tronchetti fosse stato indagato per qualche motivo ed il suo telefono fosse stato messo sotto intercettazione, in Telecom si sarebbe saputo immediatamente. Non fu poi però provato, almeno a quanto mi risulta, che Tronchetti fosse al corrente della cosa…

Mettendo insieme questi pezzi ho l’impressione che l’idea di lavare i panni sporchi in casa, faccia riferimento al fatto che l’opinione diffusa all’interno della classe dirigente di questo disgraziato Paese è che non è importante che la corruzione, il malaffare, la mafia, la camorra non ci siano. L’importante è che non si vedano, così possiamo andare a fare passerella sulla croisette di Cannes a testa alta. Così possiamo andare in giro a dire che siamo un grande paese perché siamo gli eredi degli antichi romani e perché la nostra nazionale è approdata ai quarti di finale, ricordandosi di tenere ben nascoste le nostre miserie sotto il tappeto.
Il problema è che in realtà questo modo di pensare non è solo patrimonio di una classe dirigente chiusa ed autoreferenziale, ma è patrimonio di buona parte dell’opinione pubblica del paese che probabilmente condivide il punto di vista di Afef.

21 Giugno 2008

Un solo commento. a 'Cinema e panni sporchi'

Iscriviti con RSS or TrackBack ai commenti a 'Cinema e panni sporchi'.

:: Trackbacks/Pingbacks ::

  1. Pingback di Non poteva che non sapere : Il colore del grano - on Luglio 22nd, 2008 at 20:53

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs