Manifestazioni

A chi vuol farsi un’idea del difficile rapporto tra la maggioranza di governo ed Internet consiglio di fare la stessa prova che ho fatto io. Mi sono messo nei panni di un attivista del PdL di Torino che volesse andare Sabato a Roma, alla manifestazione del PdL contro….. beh, in realtà non si è ben capito contro cosa sia, se è contro l’esclusione della lista PdL nel Lazio, contro i magistrati che l’hanno decretata, contro i magistrati in generale, contro le intercettazioni che non c’entrano nulla con le elezioni regionali ma va bene lo stesso, oppure semplicemente in favore di Berlusconi che non fa mai male. Sta di fatto che ho passato una mezz’ora a cercare tra siti istituzionali, gruppi facebook o altro ma nulla… Non ho trovato traccia di un autobus, né dei treni speciali annunciati da Ghigo, né di altro mezzo di trasporto. Autobus e treni ci saranno di certo ma forse pubblicizzarne l’esistenza e le modalità su Internet era davvero al di là delle forze e delle competenze di chi ha organizzato la manifestazione.
Sarà anche per questo che si paventa un disastro in termini di partecipazione. Come in ogni manifestazione che si rispetti però la macchina dei numeri gonfiati si è già messa in moto preannunciando 3000 pulmann diretti a Roma da ogni parte d’Italia. In realtà tremila non sono poi tanti (se pieni vorrebbero dire 150.000 persone quindi ben al di sotto dei 500.000 partecipanti sperati anche considerando i partecipanti romani) e comunque paiono un numero irrealistico, tenuto conto che lo stesso Formigoni ha annunciato, nella migliore delle ipotesi, 100 pulman dalla Lombardia il che significa che nell’improbabile circostanza che le altre diciannove regioni siano altrettanto prolifiche arriveremmo a duemila pulman e non tremila. Duemila, per la cronaca, sarebbero meno della metà di quelli mobilitati l’anno scorso di questi tempi dalla CGIL.
La storia dei numeri gonfiati alle manifestazione d’altronde ha superato da tempo il grottesco. Ad ogni manifestazione si annunciano presenze tra quattro e dieci volte la capienza massima del luogo che la ospita. Il Circo Massimo ha una capienza di non più di 560 mila persone eppure Veltroni annunciò 2 milioni di presenze alla manifestazione del 2008. Il record però direi che vada alla manifestazione del 2006 dell’allora CdL quando in Piazza San Giovanni Laterano, che ne contiene 150.000, Berlusconi contò ben 2 milioni di persone. Lo scempio più grande fu allora compiuto dalla questura nell’annunciare che c’erano 700 mila persone in piazza, dato ovviamente assolutamente inverosimile. La questura di Roma ha fatto una figura ancora più barbina Sabato scorso annunciando che alla menifestazione del Centro-Sinistra in piazza del Popolo c’erano solo 25.000 persone. Tenuto conto che in Piazza del Popolo ci stanno 68.400 persone la piazza sarebbe dovuta essere semivuota ed invece una foto navigabile sul sito di Repubblica dimostrava che era strapiena.
In definitiva, visto che il sistema mediatico oggi dà sempre meno peso alla verità dei fatti e sempre più alla capacità di chi li racconta di ingigantirli, manipolarli o inventarli, mi aspetto che il successo della manifestazione non starà tanto in quante persone saranno effettivamente in piazza ma in quanto bravi saranno gli uni o gli altri media a raccontare che erano in dieci o in dieci milioni. Che poi spesso di questo braccio di ferro facciano parte anche funzionari di Polizia non fa che rendere più triste la situazione.

18 Marzo 2010

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs