La città degli scacchi

La grande Federazione russa è composta da un numero impressionante (83) di entità federate con varie differenti forme organizzative. Una di queste è la Repubblica autonoma di Calmucchia il cui Presidente è un tipo curioso di nome Kirsan Ilyumzhinov che è anche presidente della federazione mondiale scacchi. Ilyumzhinov è stato eletto Presidente della Repubblica nel 1993 in piena confusione post-sovietica, poi dopo alcune riconferme popolari la riforma della federazione ha soppresso l’elezione diretta del Presidente e quindi Ilyumzhinov è stato riconfermato in modo imperituro da Putin come Presidente della Calmucchia. La sua passione per gli scacchi va ben oltre l’impegno nella Federazione mondiale: egli ha infatti costruito nella capitale calmucca Elista un intero quartiere dedicato agli scacchi chiamato Шахматный городок (pr. Shakhmaty garadok) ovvero la citta degli scacchi, una città costruita nel massimo sfarzo che richiama nelle sue architetture, nei suoi monumenti e nella toponomastica il popolare gioco. Pare che il Presidente scacchista abbia speso tra i 30 e i 50 milioni di dollari per costruire la città, il che non è male considerando che la Repubblica di Calmucchia ha anche la caratteristica di essere poverissima.

Lo so, il nome del paese è un po’ buffo e anche l’idea della città degli scacchi sembra tratta da un romanzo surrealista, ma è tutto vero. La cosa fa un po’ inorridire e un po’ sorridere e sembra fatta apposta per essere ambientata in un paesello lontano governato da un pazzo scatenato, ma non sorridiamo troppo: anche un vulcano artificiale in giardino non è un’idea tanto meno folle.

22 Marzo 2010

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs