L’ambiente ed il suo ministro

Ho provato a leggere con sincero interesse e senza pregiudizi l’articolo apparso su La Stampa di Martedì 3 a firma del Ministro Prestigiacomo sul tema del Protocollo di Kyoto e dell’energia. Non posso tuttavia fare a meno di notare nel tono generale dell’articolo quell’atteggiamento così diffuso nella nostra società per il quale di fronte ad un problema la cosa fondamentale è che io non ci rimetta. Così gli obblighi del protocollo di Kyoto vengono considerati una sorta di sola per l’Europa perché gli Stati Uniti non l’hanno ratificato. Così l’impegno del 20-20-20 è da rivedere e rinegoziare perché forse su qualcuno grava di meno che su di noi. Insomma la mentalità, imperante nel nostro paese, per la quale di fronte ad un problema l’unica soluzione accettabile è quella nella quale io non ci perdo neanche un po’, guida anche il nostro governo. Mi viene da chiedermi con quale autorità morale un governo che esibisca questi punti di vista può criticare gli abitanti di Chiaiano.
Non meno deludente nell’articolo, non solo perché si tratta pur sempre del Ministro dell’Ambiente, è il fatto che dai lunghi ragionamenti che la Prestigiacomo fa sul problema energetico non filtri nemmeno una sola parola sulle energie rinnovabili. E’ mai possibile che fonti energetiche che in Europa assicurano oggi l’8,5% dell’energia, in Italia siano considerati ancora poco più di un pallino di Pecoraro Scanio? Il nucleare andrà benissimo tra 15 anni quando forse avremo le prime centrali, le energie rinnovabili invece ci sono già oggi, ma parrebbe quasi siano ideologicamente incompatibili con l’attuale governo.
Possibile che la politica, così spudoratamente incoerente su idee e valori, faccia così fatica a cambiare idea su ciò che ideologico non è, come l’energia?

Nel frattempo uno scienziato come Rubbia, mai molto popolare nei salotti della politica nostrana, dice cose interessanti sul tema. (ringrazio Andrea per il link)

5 Giugno 2008

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs