Ho sopravvalutato Gramellini

Ho una grande stima per Massimo Gramellini, giornalista che ritengo dotato di intelligenza non comune e soprattutto straordinaria capacità di penetrare le contraddizioni del nostro vivere, dei nostri valori, delle nostre abitudini, delle nostre convinzioni più o meno radicate. Avevo trovato di una genialità fulminante il suo “Buongiorno” dal titolo “Se questo è un uomo” in cui, in quello che pareva un volo di fantasia, ipotizzava un Berlusconi-Benigni che andava a raccontare ai frati di Betlemme una barzelletta sulla Madonna che avrebbe preferito una femminuccia. Ho trovato questa immagine esilarante e, sentita alla radio mentre facevo colazione, l’ho interrotta travolto da una fragorosa risata. Sono rimasto ammirato: per quanto stimassi già Gramellini ancora non credevo riuscisse a riassumere così bene la realtà da immaginare qualcosa di così paradossale ed inverosimile, ma in fondo in linea con i suoi contorni, come se si limitasse ad increspare i contorni che la realtà ci propone, ma mantendendone perfettamente le proporzioni. Poi ho sentito i notiziari, o almeno quelli che riportano queste notizie, ed ho scoperto che era tutto vero, che davvero l’aveva fatto, che davvero il nostro buffonesco capo del governo aveva raccontato ai frati di Betlemme una barzelletta sulla Madonna.
Ho sopravvalutato Gramellini sì. Ma forse l’ho sopravvalutato soprattutto perché ho il terribile difetto di sopravvalutare la realtà.

5 Febbraio 2010

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs