Sbarco in Islanda

Dopo le peripezie già descritte siamo giunti ieri sull’isola. Il tempo ci ha voluto accogliere con una giornata di sole che da settimane, secondo i locali, non si vedeva in Islanda.
Ci siamo subito lanciati in una faticosissima rincorsa della tappa prevista per quella sera per Flokalundur nei fiordi occidentali (Vestfirdhir). Abbiamo quindi ignorato Reykjavik e la sua parvenza di città europea, per avventurarci in lande nelle quali vedere un centro abitato ogni 20 chilometri è la media e tra l’uno e l’altro non si trova anima viva.
Il primo approccio con la popolazione locale ha riscontrato una certa resistenza alla comunicazione ma è un po’ presto per pronunciarsi in merito.
In tarda serata abbiamo infine raggiunto la destinazione nella quale ci attendeva una pensione, non eccezionale al suo interno ma proprio di fronte al fiordo, con un panorama splendido che più nordico non si può.

6 Agosto 2009

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs