La diversità della Cina

Avete presente i luoghi comuni di chi rappresenta i cinesi come dei disciplinatissimi soldatini pronti ad ogni sacrificio per la gloria del paese ed incapaci di qualunque ribellione rispetto alle gerarchie sociali? Notizie come quella che è giunta ieri dalla provincia cinese del Jilin sembrano fatte apposta per smentirle.
Di fronte ai massicci licenziamenti in atto da parte dell’acciaieria Jianlong Steel Holding Company, gli operai hanno reagito sì in modo differente dai loro colleghi europei ma non nel senso che ci si aspetterebbe. Non sono infatti ricorsi al sequestro del direttore dello stabilimento, come in Europa ormai è diventata consuetudine, lo hanno direttamente ucciso a bastonate.
Ho l’impressione che chi continui a considerare i cinesi un popolo incapace di ribellarsi e di reclamare giustizia e diritti, più che dar voce ad una conoscenza profonda della cultura di quel popolo, dà voce alle speranza di conservazione dello status quo da parte della classe dirigente attuale. Speranze sulle quali più di una crepa si sta aprendo.

27 Luglio 2009

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs