Illazioni

Ho letto il carteggio che il Giornale di casa Berlusconi ha avuto con Franceschini. Prima le 10 domande fatte a Franceschini, poi la risposta del segretario democratico ed infine l’immancabile controreplica dell’articolista Michele Brambilla, tanto per farci ricordare che i giornalisti hanno sempre l’ultima parola. Mi ha colpito particolarmente la prima domanda nella quale Brambilla scrive: “il Pci usò contro la sua Dc la tecnica dell’illazione, del sospetto non provato, dell’accusa demonizzante. Provi a sfogliare la raccolta dell’Unità e guardi che cosa scriveva della Dc. Che Andreotti era un mafioso. Che Moro era Antilope Cobbler. Che le stragi erano gestite dal ministero degli Interni….
Al di là di qualunque altra considerazione che si potrebbe fare (e ce ne sono tante) mi viene la pelle d’oca a pensare che uno che sia vissuto in Italia e non su Marte negli ultimi 20 anni possa portare come esempio lampante di accusa infondata, ciò che ha sancito perfino una sentenza della Corte di Cassazione. Quale fonte di verità condivisa abbiamo ancora in questo devastato paese?

2 Giugno 2009

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs