La logica dell’apparato

Vi segnalo un articolo de La Stampa che segnala una serie di polemiche riguardanti le candidature del Partito Democratico. Lo trovo interessante perché riproduce in pieno tutte le storture rappresentate dal modo italiano di fare politica. Anche laddove, come nel caso del PD, si è cercato di scardinare una logica dell’apparato con il sistema delle primarie e con un tentativo reale di rinnovamento, alla fine ci si ritrova sempre a fare i conti con la stesse rete di relazioni e di connivenze che inchioda la struttura ad una serie di compromessi e la obbliga a riciclare continuamente la stessa cerchia di persone.
Questo non significa che la strada delle primarie è sbagliata, anzi è l’unica praticabile, ma significa è ancora molto lunga e la resistenza all’uso di questo strumento dei settori più conservatori all’interno del partito lo testimoniano.

11 Maggio 2009

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs