Igiene oggi

I lettori più affezionati di questo blog già sapranno che ho passato la recente Pasquetta a Genova, ed in particolare mi sono recato all’Acquario. Durante una pausa della visita, stavamo mangiando una fetta di focaccia nella zona caffé, quando è giunto un ragazzo a cambiare i sacchetti del bidoncino della spazzatura.
Per prima cosa il bidoncino era concepito assolutamente male: pur essendo molto grande strozzava il sacchetto, infilato al suo interno, per cui, pur essendo il sacchetto quasi vuoto, la spazzatura era già abbondantemente debordata.
In secondo luogo il bidoncino conteneva tre buche: una per la carta, la seconda per la plastica, la terza per le lattine. Non c’è bisogno di dire che, in nome della raccolta differenziata, l’addetto ha estratto i tre sacchetti e li ha messi insieme in un unico grande sacchettone.
Soprattutto però la cosa che mi ha lasciato allibito è che il ragazzo non era minimamente dotato di guanti ed ha raccolto tranquillamente, con le proprie mani nude, la spazzatura caduta fuori dal bidone, compresa la carta con la quale altri si erano puliti mani, bocca e altro. Può darsi che non sia un problema di norme igieniche disattese dalla struttura, ma che fosse il ragazzo, pur dotato di guanti, a non volerli usare per comodità sua e sprezzo del pericolo. Sia come sia è il genere di spettacolo che ti proietta indietro di venti anni e forse più.

24 Aprile 2009

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs