La mostra di De André

Visitando Genova non si può non pensare a De André e non si poteva quindi stare lontani dalla mostra a Palazzo Ducale sullo splendido “Faber”. Devo dire che in generale è difficile trovare una mostra retrospettiva ben allestita, spcialmente su un cantautore: spesso le mostre di questo genere diventano banali, ipercelebrative, fondamentalmente noiose. La mostra di De André è davvero una straordinaria eccezione, anche grazie all’ampia varietà di mezzi multimediali dispiegati per l’occasione, che trasmettono l’impressione al visitatore di essere davvero immerso nel mondo di De André. Tra l’altro, a differenza di altri allestimenti di questo genere le installazioni multimediali erano tutte, nonostante il grande afflusso di pubblico, perfettamente funzionanti e questo denota un’attenzione per la qualità del servizio erogato davvero non comune.
Segnalo in particolare la sala nella quale venivano approfonditi gli aspetti di ognuno dei dischi di Fabrizio. Al centro della sala vi erano i raccoglitori con gli LP; il visitatore ne prendeva uno, lo deponeva su uno dei tavoli in legno posti ai lati della sala, un lettore ne rilevava il titolo e venivano conseguentemente proiettati sullo stesso tavolo le immagini di concerti, interviste e altre testimonianze con una campana sonora che convogliava l’audio su chi si trovava ai lati del tavolo: davvero ben fatto.
Insomma: la mostra valeva davvero la lunga coda fatta per entrare che sicuramente non troverete in una Domenica meno affollata di quella di Pasqua. Consiglio davvero la visita.

14 Aprile 2009

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs