Il modello attivo

Da quando Gomorra, l’ormai celebre libro di Roberto Saviano, ha iniziato a segnalarsi per il suo straordinario successo si è segnalata una straordinaria gara per attaccare, screditare, sminuire lo scrittore. Perfino il Ministro degli Interni Maroni ha pensato bene di fare alcune precisazioni per ridurne lo spazio e la popolarità. Recentemente è accaduto che un giornalista freelance ha denunciato Saviano per plagio. L’accusa si riferisce all’uso di alcune frasi o espressioni in Gomorra che ricorderebbero quanto scritto dal giornalista su “Cronache di Napoli” in alcuni suoi articoli. Parlare di plagio per alcune frasi simili in un libro di più di 300 pagine pare quasi ridicolo ma i quotidiani dell’area politica della famiglia Berlusconi hanno subito dato ampio risalto alla notizia.
Adesso mi chiedo però: perché questo risentimento, questo fastidio nei confronti dello scrittore? Non credo sia una questione politica visto che Saviano, con le sue denunce, ha screditato il PD quanto e più del PDL. Cosa mai allora ha fatto di male Saviano a costoro?
Ho l’impressione che il guaio di Saviano sia l’essere un modello positivo, ma soprattutto un modello attivo. Quella che ci governa è una classe dirigente che ci spinge ad essere massa, ad essere insignificanti, a schiacciare la nostra individualità in un’accettazione passiva dello status quo, drogandoci di televisione e consumi. Cosa può detestare di più questa classe dirigente di chi si erga con le sue sole forze dal magma indistinto della mediocrità e imponga la sua voglia di cambiare, di ricostruire, di attaccare criticamente il sistema? Cosa c’è di peggio per costoro della dimostrazione che c’è ancora spazio per dire la propria, per spazzare via l’indifferenza e l’abulia e lottare per una società più giusta? E questo senza nemmeno avere santi in paradiso, cavalieri ai quali baciare le mani e così via…
Se ci penso bene non sembra nemmeno che sia vero che ciò possa succedere in Italia. Ma mi viene il dubbio che non sembri vero anche perché la nostra classe dirigente ci ha convinti che in Italia non può succedere.

19 Marzo 2009

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs