Il brutto del bel calcio

Ci sono volte che vorrei non essere tifoso ed accostarmi ad un incontro come quello tra Juve e Fiorentina da sportivo che si gode fino in fondo lo spettacolo di due squadre che si prendono a botte per novanta minuti senza crollare a terra ed alla fine vinciamo ai punti noi, ma soffrendo in modo indicibile e ringraziando le prodezze di Gigi e della buona sorte.
Si inizia subito in modo esplosivo: di qua Marchionni che punge e poi Del Piero che tutto solo davanti a Frey vuole ripercorrere prodezze passate con un pallonetto subdolo che però finisce fuori, di là Jovetic che viene toccato da Mellberg in area ma finisce fulminato a terra inducendo Saccani ed anche il sottoscritto a pensare male. La Juve non si spaventa con Amauri che insidia ancora Frey ma è il Capitano che inventa un assist per Marchisio che penetra splendidamente in area e fulmina Frey. Il ragazzo di Andezeno si dimostra sempre più completo in tutte le sue manifestazioni, compreso il modo gelidamente preciso con cui concludere a rete.
La sarabanda non finisce qua: Pavel deve appoggiare a Marchionni un pallone da spingere in rete ma la palla gli rimbalza male davanti e la palla schizza via beffarda, poi Gigi salva su Gilardino, la traversa salva Gigi e il guardalinee salva la Juve annullando a Gilardino un gol che in realtà era buono. Ma i nostri riprendono a macinare palle gol con Zanetti che scivola al momento di concludere a rete da posizione ghiotta e poi Alex si inventa un assist da urlo a Marchionni sul quale salva Frey con due parate da urlo anch’esse. Per finire in bellezza Kroldrup e Gamberini si prendono a testate anziché spingere il pallone in porta proprio mentre Saccani ha già in bocca il fischietto per sancire la fine del primo tempo.
Si riprende con la Fiorentina in forcing e noi che ci difendiamo ma è Frey ad arrampicarsi su un tiro di Grygera per deviarlo oltre la traversa e poco dopo il Capitano caccia sopra la traversa da pochi passi. Viene poi il momento di Gigi di dare spettacolo con una parata d’istinto su una puntata di Gilardino. Della tensione della partita fa le spese la giacchettina di Del Piero sulla quale il Capitano sfoga la sua tensione dopo aver lasciato spazio a Giovinco che pochi minuti dopo impegna in un’altra prodezza Frey. Si chiude con l’immenso Amauri che arriva una frazione di secondo in ritardo su un cross di Marchionni e con una parata finale di Buffon.
Insomma: missione compiuta, anche se con gran fatica. Gran divertimento per il pubblico neutrale, meno per il pubblico bianco e nero che non si esalta troppo per un successo che non ha mascherato qualche difficoltà soprattutto in difesa. Questo non tanto per l’assenza di Giorgione al centro, quanto per l’assenza di Molinaro a sinistra, dove De Ceglie fa molta fatica ad essere altrettanto efficace in chiusura, e per la condizione precaria di Grygera a destra. Non a caso, tra i mille nomi che si avvicendano sui giornali sportivi come possibili arrivi, cerco sempre, spesso inutilmente, candidati a sostituire il Jonathan ormai disperso in infermeria.
Nell’attesa speriamo che la buona sorte continui ad assisterci e che magari Mauro German si faccia rivedere sul campo.

26 Gennaio 2009

3 commenti a 'Il brutto del bel calcio'

Iscriviti con RSS or TrackBack ai commenti a 'Il brutto del bel calcio'.

  1. tiziano afferma:

    ciao
    premetto col dire che ho scoperto oggi questo blog e mi piace da morire, anche se, come tutte le cose di questo mondo, non è perfetto visto che sei juventino!
    scherzi a parte ho fatto la battuta per il semplice motivo che tifo viola (piccola curiosità, sono sardo) ma non mi importa nulla delle rivalità tra le squadre, anzi, ognuno tifi quello che più gli piace l’ importante è che quando si parla di calcio non si dicano idiozie!
    comunque arrivano al nocciolo della questione circa juve-fiorentina del 251 è stata veramente una bellissima partita! il risultato è stato un pochino falsato, nel senso:
    il fallo su jojo sembra esserci visto dalla moviola, il problema però è stato il suo accentuare troppo la caduta che ha fatto giustamente insospettire saccani, una volta passata la foga della partita anche io mi sono trovato d’ accordo.
    il gol di gila era regolare..
    non scrivo per fare polemica, semplicemente per dire che da una partita così combattuta sarebbe davvero stato giusto un pareggio e che ci son rimasto davvero male quand’è finita, ma forse dio ha voluto punirci per il pareggio “rubato” a firenze durante la prima di campionato, dove una magia di gila ha dato un punto a noi e tolto due punti a voi!
    detto questo complimenti per il blog, e sempe forza viola :-)

  2. Coloregrano afferma:

    Tiziano, grazie mille per i complimenti al blog intanto: mi fa ancora più piacere che vengano da chi non condivide le mie preferenza calcistiche :-)
    Per il resto sono d’accordo con te sulla partita Juve-Fiorentina, giocata davvero bene da entrambe le squadre e nella quale ogni possibile risultato sarebbe comunque stato giusto. Anch’io come te mi sforzo sempre di scrivere di calcio andando oltre il mio amore per la Juve, anche se è vero che in ogni campo della vita è sempre difficile parlare con razionalità di ciò che è l’oggetto della tua passione.

:: Trackbacks/Pingbacks ::

  1. Pingback di Il brutto del bel calcio : Il colore del grano | bestpenalty.com - on Gennaio 26th, 2009 at 04:38

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs