Togligli la macchina!

Ho trovato molto interessante il filmato sull’ennesima rissa che ha avuto come protagonista Sgarbi. L’episodio in sé non ha nulla di particolare fino al suo epilogo. Un ragazzo irrompe con un’amica dotata di telecamera ad un convegno ad Agrigento del quale Sgarbi era ospite, inizia ad inveire contro il personaggio in questione ricordando tra le altre cose i suoi precedenti penali, viene portato via con modi apparentemente nemmeno troppo bruschi, lui fa resistenza, forse anche un po’ di vittimismo, probabilmente cerca di creare il caso. Quello però che mi ha colpito è il fatto che Sgarbi ad un certo punto si alza, cerca, pur trattenuto, di avventarsi sui ragazzi e pronuncia una frase significativa, rivolgendosi credo al vigile che li accompagnava fuori: “Togligli la macchina!”. Si riferiva alla macchina da presa con cui la ragazza stava filmando il tutto.
Sgarbi è un personaggio di cui parlo malvolentieri perché ho la sensazione che parlarne sia solo funzionale alla sua visibilità e per quanto se ne parli male non se ne può parlare peggio di quanto lui stesso non faccia di sé. Tuttavia quella sua rabbia contro la macchina da presa l’ho trovata molto significativa. Egli fa parte di quei rappresentanti della nostra classe dirigente che si sentono intangibili e dall’alto della propria intangibilità spesso paiono divertirsi a fare tutte le possibili porcate convinti che non ne risponderanno mai.
Un filmatino che potrebbe finire sulla Rete in cui un ragazzo ricorda a Sgarbi i suoi precedenti penali diventa uno smacco, un preoccupante segno di tangibilità e a questo si deve la sua reazione rabbiosa. Rabbia che naturalmente si incanala sulla più genuina arroganza, giungendo fino ad ordinare ad un funzionario pubblico di sequestrare un mezzo tecnico ad un privato cittadino (siamo ai limiti del reato?). Insomma in breve abbiamo un degno campionario della miseria della nostra classe dirigente.

5 Gennaio 2009

Un solo commento. a 'Togligli la macchina!'

Iscriviti con RSS or TrackBack ai commenti a 'Togligli la macchina!'.

:: Trackbacks/Pingbacks ::

  1. Pingback di La mia terra la difendo : Il colore del grano - on Febbraio 6th, 2009 at 00:27

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs