Cortina fumogena

Accendo la televisione e passando da un canale all’altro noto che le facce che sfilano ad intrattenere il pubblico sul tema dello scontro tra le Procure di Salerno e Catanzaro siano quelle di vecchi volponi del calibro di Pomicino e Mastella (ovviamente in quanto simboli della classe politica vittima delle spietate Procure d’assalto). Questa semplice cosa già denuncia il livello sul quale è condotta l’informazione circa questo episodio, ovvero quello tipico di chi non vedeva l’ora che succedesse qualcosa di spiacevole all’interno della magistratura per prendersi le proprie vendette e mettere spalle al muro chi si oppone ad una riduzione dell’autonomia dell’istituzione.
Al di là di questo c’è qualcosa di estremamente del quale nessuno parla e cioè il merito della questione dello scontro. Le accuse di De Magistris sono vere? E’ vero che è stato boicottato e ostacolato? E’ vero che la Procura di Catanzaro ha tramato per affossare le sue inchieste? Nel caso in cui lo fosse sarebbe davvero un evento scandaloso, altro che la perquisizione di un magistrato! Si tratterebbe della dimostrazione di una rete di connivenza tra politica a magistratura tra le maglie della quale la giustizia non ha nessuna possibilità di emergere.
Non dò per scontato che tutto ciò sia vero, ma vorrei che qualcuno di quelli che si affaccendano a parlare a sproposito di riforma della giustizia ci spiegassero perché non dobbiamo credere a De Magistris. Ovviamente né l’informazione, né la politica ha risposte convincenti e quindi ecco una bella cortina fumogena per evitare che i nostri sguardi si allunghino e i nostri dubbi si affollino sull’imbarazzante tema.

10 Dicembre 2008

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs