Cominciamo bene

Non c’è stato nemmeno il tempo di commentare i risultati elettorali e la novella maggioranza elettorale, nella persona del suo leader, ha già messo il suo marchio su questa legislatura con il primo incidente diplomatico. Commentando la numerosa presenza femminile nel nuovo governo Zapatero il nostro imminente nuovo Presidente del Consiglio non ha perso occasione di tirare in ballo qualche luogo comune sulle donne, suscitando l’unanime condanna del mondo politico spagnolo (sia di destra che di sinistra perché da quelle parti su questioni di educazione e serietà non ci si divide in schieramenti).
Intendiamoci: chi di noi ogni tanto non cede all’impulso di essere becero, volgare e sboccato? Solo che esistono delle convenzioni sociali della cui necessità siamo consapevoli e allora quando ci scappa un’affermazione del genere ci guardiamo intorno sperando che non ci abbia sentito nessuno che possa nutrire dubbi sul fatto che scherzassimo, cerchiamo complicità in chi ci ha ascoltato, cerchiamo in altre parole di nascondere quel nostro aspetto e di presentare un volto socialmente accettabile e questo non per conformismo, ma per la consapevolezza che esistono dei vincoli sociali che ognuno di noi deve rispettare per poter vivere in un contesto civile.
Oggi che in Italia questo contesto civile sta progressivamente andando in pezzi non ci si deve stupire che una vasta parte dell’opinione pubblica consideri benevolmente un politico che gigioneggia, che mette alla berlina tutto e tutti come si farebbe in una serata conviviale.
In un paese civile le istituzioni, tra cui la politica, dovrebbero avere tra le altre cose un ruolo esemplare. Oggi l’esempio lo consideriamo solo una fastidiosa forma di condizionamento e quindi preferiamo l’istituzione che è come la parte peggiore di noi, piuttosto che quella che ci spiega come dovremmo essere, perché non ci crea fastidiosi sensi di colpa e di inadeguatezza. Come ci ha ricordato Fini poco tempo addietro la classe politica attuale per stilare la sua agenda non fa analisi e progetti, semplicemente entra in un bar e sente di cosa parla la gente ed il risultato è l’Italia di oggi.

17 Aprile 2008

4 commenti a 'Cominciamo bene'

Iscriviti con RSS or TrackBack ai commenti a 'Cominciamo bene'.

  1. bruno afferma:

    Temo che dovremo farci l’abitudine, per i prossimi anni. E le sparate di Pedsana non saranno certo il peggio.

  2. D# AKA BlindWolf afferma:

    …e vogliamo parlare del gesto fatto alla giornalista russa durante la conferenza stampa con Putin?

  3. bruno afferma:

    No, non vogliamo parlarne. Magari parliamo dell’opportunità di cedere Alitalia ai russi. Vorrei sapere che interessi ha pedsana in Russia, vista l’amicizia costantemente dimostrata con il buon Putin…

  4. Albi afferma:

    Ci sarà probabilmente un qualche mafioso russo che considera un eroe…
    Comunque stavo scrivendo proprio sul tema.

:: Trackbacks/Pingbacks ::

Nessun Trackbacks/Pingbacks

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs