I cattivi Papà

il-barone-rampante.jpgUn bell’articolo del post nella giornata della festa del Papà mi ha fatto ricordare del Barone Rampante, letto in gioventù, del personaggio del padre, Arminio Piovasco di Rondò, ma nell’articolo mi ha fatto soprattutto riflettere la frase: “I cattivi padri difficilmente capiscono quando è il momento di cedere o fare finta di niente.“. La mia esperienza di Papà mi ha fatto capire quanto significhi quella frase e quanto sia importante per essere dei buoni padri.
Per essere buoni Papà non è solo importante esserci, non basta non essere un padre inesistente, non basta preparare e indirizzare i propri figli sulla strada della vita, ma è anche importante, dall’altra, non essere un padre che concepisce i propri figli solo come un tentativo di riproduzione di sé stesso. Questa epoca è piena di padri che lasciano crescere i propri figli orfani della propria esperienza del mondo, ma questo non deve spingere, all’estremo opposto, a costruire un tunnel attorno ai propri figli che non lasci loro vedere null’altro al di fuori di quella parte del mondo che noi vogliamo proporre loro. I valori di fondo, quello che crediamo giusto o sbagliato, è giusto spiegarli e condividerli, ma è anche giusto lasciare i nostri figli liberi di scegliere come vogliono costruire la loro vita ed è quindi giusto dare loro l’impressione, fin dai loro primi giorni, che non tutto quello che i genitori fanno val la pena di essere rifatto e le regole possono e vanno messe in discussione quando non hanno più motivo di essere.

24 Marzo 2016

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs