Un trionfo conquistato a fatica

Michael Phelps ce l’ha fatta. Ha centrato il traguardo che si prefiggeva e che l’America aspettava da lui con crescente apprensione, ovvero gli otto ori, strorico record per i Giochi Olimpici, e questo nel contesto di un Olimpiade nella quale, senza gli ori di Phelps, gli USA avrebbero corso addirittura il rischio di finire al terzo posto nel medagliere, un disastro storico per la squadra americana. Non è stato però un cammino facile quello del campione di Baltimora. Già la 4×100 era finita al collo di Phelps per il rotto della cuffia, con il francese Alain Bernard, medaglia d’oro nei 100 stile libero individuali, che si faceva recuperare dall’ultimo staffettista americano Lezak quasi un secondo negli ultimi venti metri regalando agli Stati Uniti una vittoria che pareva ormai sfumata. Ancora più convulso il finale dei 100 farfalla dove il serbo Cavic pareva a tutti aver toccato per primo al traguardo, ma la vittoria veniva assegnata per un centesimo di secondo a Phelps. Si levava anche qualche polemica ipotizzando un aggiustamento del fotofinish visto che l’azienda che se ne occupa è anche sponsor di Phelps. C’è anche un sito internet nato per denunciare la sospetta congiura ma a me personalmente la sequenza fotografica qui sotto riportata toglie ogni dubbio. Considerate che non è sufficiente toccare la piastra ma è necessario esercitare una certa pressione, non trovo quindi strano che Phelps (a sinistra) che è in bracciata, sopravanzi Cavic (a destra) che invece è in allungamento.

Phelps-Cavic - Primo fotogrammaPhelps-Cavic - Secondo fotogramma

In definitiva non è stata la vittoria dell’America opulenta e sbruffoncella a cui eravamo abituati ma una vittoria operaia, conquistata a fatica, e che sembra fatta apposta per l’America di oggi che probabilmente ha bisogno di tirar fuori gli attributi per continuare a primeggiare in un mondo così complicato, ma che probabilmente è anche pronta a farlo.

21 Agosto 2008

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs