Pericolosi estremisti

Ho trovato molto interessante la notizia per la quale, in una causa di affido, è stato indicato dal Tribunale di Catania come elemento squalificante nei confronti dell’educazione impartita al ragazzo dalla madre il fatto che il ragazzo abbia “la tessera di iscrizione ad un gruppo di estremisti”. Tale gruppo di estremisti è un circolo di Giovani Comunisti di nome Tienanmen. Il caso ha suscitato molte polemiche anche a livello politico e sicuramente ci sono state delle strumentalizzazioni però la circostanza sottolinea un tema che val la pena di essere affrontato.
Da quando il rinnovato bipolarismo ha espulso le posizioni più radicali dal Parlamento personalmente ho percepito una sempre più forte emarginazione delle medesime. E’ vero che la democrazia nei paesi in cui il bipolarismo è totale si fa anche fuori dal Parlamento ma questo a patto di concepire il pluralismo come un insieme di voci che si possono dispiegare in libertà indipendentemente dal fatto che ci sia un sostegno politico alle spalle. In Italia invece c’è la tendenza patologica a centralizzare tutto attorno al teatro della politica e ciò ci porta a legittimare solo quelle forme politiche che ne fanno parte e quindi ad emarginare chi in Parlamento non è rappresentato. Questo rischia di avere conseguenze pericolose sia sulla possibilità di reale plurarismo e sia in termini di estremizzazione delle forme politiche non rappresentate in Parlamento.
Purtroppo continuiamo a comportarci come se fossimo un paese democraticamente maturo quando non lo siamo affatto.

25 Agosto 2008

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs