Terra libera, terra scura

Con queste parole nel ‘73 Francesco De Gregori parlava del Vietnam nella sua canzone Saigon, facente parte dell’album Alice non lo sa. La canzone sembrava esprimere pienamente la speranza che animava chi seguiva gli avvenimenti dei quali giungeva notizia dalla lontana Indocina. Erano avvenimenti che raccontavano di un topolino che aveva messo in fuga il gigante americano.
Da allora sono passati 35 anni ed il Vietnam è un paese al 124° posto al mondo per reddito procapite, governato dal partito comunista, unico partito legale, con varie limitazioni alla libertà ed ai diritti civili delle quali Amnesty International e Human Rights Watch ci riferiscono.
Tuttavia, in sintonia con la confinante Cina, il governo vietnamita ha fatto ampie concessioni in termini capitalistici tra le quali l’avere riaperto le porte all’America, stavolta sottoforma di scarpe sportive Nike. E qui viene la notizia perché una ditta taiwanese che produce scarpe in Vietnam per conto della Nike sta affrontando un imponente sciopero da parte degli operai che lamentano stipendi da fame. Si pensi che lo stipendio mensile, ammontando a meno di 40 euro, è inferiore al costo al pubblico occidentale di un solo paio di scarpe prodotto. Insomma stiamo parlando del proletariato che sta prendendo coscienza di sé stesso e della propria condizione di sfruttamento…
E’ curioso che in una società che in Occidente molti identificavano come un modello di riferimento, si svolgano processi storici che noi abbiamo vissuto un secolo fa. Spesso tendiamo a confondere i simboli comuni: il comunismo, la falce e martello, con gli obiettivi, i modelli e le strutture sociali completamente diverse che gli stanno dietro, e così facendo finiamo con l’appoggiare movimenti che ben poco hanno a che fare con le nostre idee ed i nostri ideali.
Tornando al Vietnam basti pensare alla gioia con la quale i movimenti pacifisti occidentali salutarono l’unificazione del Vietnam sotto un governo unico ed al fatto che uno dei primi atti rilevanti di questo governo fu invadere la Cambogia…

7 Aprile 2008

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs