Affari interni

In risposta alle critiche mosse negli ultimi giorni da Bush in tema di diritti dell’uomo, il governo cinese ha replicato invitando Bush a “non interferire negli affari interni cinesi“. Nel tuo ostinato anti-storicismo il governo della Repubblica Popolare Cinese ha quindi sfoderato un concetto tipico della guerra fredda. La domanda è: esiste ancora nel terzo millennio il concetto di “affari interni”? I conflitti israelo-palestinesi non sono forse stati, insieme all’invasione sovietica dell Afghanistan o la guerra in Cecenia, il terreno fertile per la diffusione del terrorismo islamico che minaccia tutto il mondo? Possiamo negare che le dittature abbiano la necessità fisiologica di combattere guerre per motivare uno stato permanente di mobilitazione generale che ne giustifichi l’esistenza? Possiamo quindi negare che una dittatura sia fonte di instabilità politica per un’area geografica anche al di fuori dei propri confini? In quest’ottica ed al di fuori delle doverose riflessioni etiche, il mondo oggi si sta interrogando sui rischi che la repressione violenta degli uiguri possa creare un nuovo punto di raccolta del terrorismo islamico, sulle catastrofiche conseguenze economiche che avrebbe un conflitto tra Cina e Taiwan, sull’instabilità che la questione Tibet determina anche nel vicino Nepal. Per alcuni anche il colpo di stato strisciante con il quale Putin ha di fatto ripristinato un sistema totalitario in Russia poteva sembrare un fatto interno. Peccato che siamo già qui a parlare di un conflitto armato tra Russia e Georgia che non lascia intendere nulla di buono.
In sostanza il governo cinese deve prendere una decisione definitiva. Se vuol continuare ad essere un attore dello scacchiere internazionale deve accettare che anche ciò che accade tra i suoi confini sia oggetto di trattativa e negoziato. Altrimenti rischia di diventare una mina vagante nel panorama internazionale che prima o poi esploderà. L’alternativa è ridimensionarsi ad un paese chiuso come ai tempi di Mao, ma non mi pare che ciò sia nelle corde della Cina di oggi.

10 Agosto 2008

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs