La scuola in tribunale

anne_frank.jpgUn tribunale tedesco ha ingiunto ad una ragazzina sedicenne, che aveva imbrattato i manifesti elettorali con scritte naziste, di leggersi il Diario di Anna Frank. Mai sentenza fu più avveduta, cosa proporre di meglio a chi si avvicina ad un’ideologia mossa solo dall’ignoranza, come ammesso dalla stessa interessata, che si informi su quello che significano i simboli che sfoggia e quali crimini immondi sono stati commessi in nome di essa? Tutto giusto tranne un piccolo problema: perché in un paese come la Germania una ragazzina arriva a 16 anni senza sapere cosa sia stato il nazismo e imbratta i muri di simboli delle SS solo perché scimmiotta magari altri suoi compari? Possibile che il sistema scolastico anche in Germania sia così farraginoso da dimenticarsi di spiegare cosa siano stati i campi di concentramento e la Shoah?
Qualcuno doveva provare a recuperare la situazione e bene ha fatto il tribunale di Kassel, ma bene sarebbe anche scoprire se la ragazzina è mai andata a scuola e se i suoi insegnanti di storia le hanno raccontato qualcosa del nazismo, oppure non era nel programma o magari non c’è stato tempo o magari c’era il supplente…
Non ho elementi per pronunciarmi sulla Germania ma ho l’impressione che in Italia, nonostante i  rovesci del governo in carica, i gelminiani siano tanti, dove per gelminiani intendo definire coloro i quali nutrono la convinzione profonda che la scuola sia un inutile orpello per una società e che andarci sia essenzialmente una perdita di tempo. Quanti davvero sanno cos’è stato il fascismo, cos’è stato il nazismo, ma anche lo stalinismo e cosa sono state le foibe? Quanti sanno riconoscere gli stessi germi che infettarono quelle epoche storiche nel nostro quotidiano? La mia risposta è troppo pochi, ancora troppo pochi e questo è uno dei principali problemi che l’Europa ha ancora oggi. La scuola è lì per quello, non solo per togliersi di casa i figli e sarebbe bene che ne fossimo tutti consci.

23 Settembre 2011

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs