L’outing di Giovanardi

carlo_giovanardi.jpgCi aveva provato il nostro sottosegretario Giovanardi a balbettare sconclusionati riferimenti alla Costituzione quando è stato chiamato a commentare severamente i manifesti dell’IKEA che ritraevano una coppia omosessuale. Alla fine quello che si agitava sotto questa patina di istituzionalità è però emerso: ha infatti poi candidamente ammesso che semplicemente due omosessuali che si scambiano effusioni gli danno fastidio. Buon per lui che l’ha manifestato, è sempre bene non reprimere le proprie fobie, è il primo passo per guarirle.
Al di là però del caso Giovanardi cosa porti una persona apparentemente sana ad essere infastidita da uno scambio di effusioni tra due sconosciuti, solo perché dello stesso sesso, è sempre qualcosa che mi incuriosisce, ancor più quando si trasforma, come accaduto nel passato, in follia collettiva.
Secondo la letteratura ci sono varie origini che questa fobia può avere: un generico senso di fastidio verso la diversità, il condizionamento che viene dalla storica condanna morale dell’omosessualità o una propria intima incertezza sessuale e quindi la paura della tentazione di pulsioni inconfessate. Probabilmente in ogni omofobo è presente un mix di queste componenti. Difficile poter dire che origine abbia la fobia di Giovanardi, certo che se il Sottosegretario, anziché parlarne ai giornali, ne parlasse al suo analista, farebbe di certo cosa alquanto opportuna.

5 Maggio 2011

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs