Le bombe provvidenziali

bombe.jpegEra il Luglio del 2001 e un pacco bomba recapitato alla caserma di San Fruttuoso di Genova arrivava a pochi giorni dal G8 svoltosi nel capoluogo ligure e proprio nel momento in cui gli avvenimenti che lo avevano contornato avevano scosso l’opinione pubblica al punto da farle dubitare delle istituzioni democratiche. Quelle bombe furono sfruttate ottimamente da governo e polizia per ricompattare l’opinione pubblica attorno a sé.
Nell’autunno del 2003 ci furono ondate di scioperi ed il Social Forum a Roma diede la sensazione di poter disegnare davvero un modello di società alternativa, ma puntuale arrivò anche allora l’ondata di bombe anarchiche.
Nell’inverno del 2004 le piazze si riempiono di nuovo, prima per contestare la riforma Moratti, poi per contestare il sostegno italiano alla guerra in Iraq. Il malumore nell’opinione pubblica venne subito sanata dalla provvidenziale sequenza di bombe anarchiche.
Nel Dicembre del 2009 il governo è fiaccato dagli scandali e cala nei sondaggi, prima della provvidenziale statuetta di Tartaglia arriva la solita bomba anarchica.
Oggi siamo di fronte al crollo di consensi del governo, alla rabbia degli studenti contro la riforma Gelmini e l’esasperazione dei cittadini contro la paralisi della politica. Che succede? Ovviamente arrivano le bombe, prima contro le ambasciate e poi contro la Lega Nord.
Sono casuali queste straordinarie coincidenze storiche o fanno parte di una versione moderna, per così dire dolce, della strategia della tensione? Ovviamente non lo sappiamo e non lo sapremo mai, va detto che i bombaroli anarchichi non sono certo un’invenzione dei servizi segreti e che è possibile che in momenti di particolare tensione sociale e politica qualche povero di spirito pensi di potere abbattere il sistema mettendo bombe qua e là.
In definitiva vale per le bombe quanto già detto per i violenti alle manifestazioni di piazza. Non sappiamo se sono idioti genuini o se sono pilotati da qualcuno, sappiamo per certo che per chi è al governo violenti e bombe sono una benedizione e, se non ci fossero, bisognerebbe inventarseli.

30 Dicembre 2010

Non ci sono ancora commenti ma sicuramente tu avrai qualcosa da dire...

Dì la tua

terremoto centro Italia

Ultimi interventi

Archivi

Categorie

Pagine varie

I miei posti preferiti

I miei blog preferiti

Feed su RSS

Meta

Technorati

FB NetworkedBlogs